Menu
Cart 0

This Is My Story (Italian)

  • 4500

PrintMyTract.com logoNOTE: This item is custom-printed to order (click for more details).

This tract is from our print-on-demand library, and is not kept in stock. Select the options below, and we will custom-print a batch just for you. Because this item is custom-printed, you can add your custom imprint to the back page at no extra cost.

Click here for more information about PrintMyTract.com.

Printing Time
Tract Quantity
Add Your Custom Imprint (click for more details)

 


  • SKU:
  • Full Text: Read full text below
  • Format: Folded Tract
  • Paper: Gloss Text
  • Size: 3.5 inches x 5.5 inches
  • Pages: 6
  • Estimated shipping date: Thursday, October 20 (Click for more details)

The full text of this tract is shown below in the version.

Che sollievo e che grande pace l’anima mia ebbe quando Cristo mi trovo’, io che ero un peccatore perduto. Eccovi la mia testimonianza:

Sono nato in una famiglia cattolica romana in Wolseley, Saskatchewan, Canada. I miei genitori erano dei cattolici molto osservanti. Sin dalla mia gioventu’ mi sforazavo di essere buono, ma gradualmente cadevo nel peccato. Con il resto della folla, mi dirigevo sempre piu’ verso l’inferno. Mi fu detto che,se mi facevo monaco e diventavo un sacerdote, avrei potuto evitare il peccato e essere piu’ sicuro della mia salvezza.

Perche’ cercavo la salvezza con sincerita’, entrai nell’Ordine basiliano di San Giosafat. Ricevetti una lunga tonaca nera e adottai il nome monastico di “Sant’Ilarione il Grande” e feci i miei voti. Come studente monaco mi chiamavano “Fratello Ilarione” e dopo l’ordinazione, “Padre Ilarione”.

Desideravo veramente servire il Signore Gesu’ Cristo! Credevo che, essendo monaco, stavo servendo Cristo. Ero veramente puntiglioso nell’osservanza delle regole del mio ordine. Mi flaggellavo ogni mercoledi’ e venerdi’ sera e mi fermavo solo quando la schiena sanguinava. In penitenza, baciavo il pavimento, mangiavo poco cibo in ginocchio, o digiunavo completamente. Feci penitenza nelle varie forme che mi furono insegnate, perche’ realmente cercavo la salvezza. M’era stato persino detto che un giorno avrei potuto meritare il paradiso. Non sapevo assolutamente che la Bibbia, la Parola di Dio, insegna: “Voi infatti siete stati salvati per grazia, mediante la fede, e ciò non viene da voi, è il dono di Dio,non per opere, perché nessuno si glori. Noi infatti siamo opera sua, creati in Cristo Gesú per le buone opere che Dio ha precedentemente preparato, perché le compiamo.” (Efesini 2:8-10).

Dopo anni di studi e di lavoro manuale nel monastero, fui ordinato prete. Servi’ in cinque parrocchie differenti in lamont, provincia di Alberta, Canada. Dicevo messa ogni giorno, confessavo la gente, recitavo il rosario a Maria, invocavo i vari santi. Recitavo il breviario quotidianamente, e in qunto monaco facevo penitenza con grande fervenza ogni giorno. Eppure tutto questo non dava pace alla mia anima stanca. Andavo sempre piu’ verso la disperazione dell’anima piu’ di quando ero giovane. Ma Cristo, nella Sua grazia, mi aspettava.

Tra le materie di studio per il sacerdozio avevamo tre libri sulla Bibbia, ma mai la Bibbia stessa. Quando fui ordinato sacerdote ebbi occasione di leggere la Bibbia cattolica e trovai dei versetti che chiaramente contraddicevano il mio credo e le mie pratiche. La mai chiesa diceva una cosa, la Bibbia un’ altra. Chi aveva ragione: la Chiesa romana o Dio? Alla fine dovetti arrendermi alla evidenza: dovevo confidare solamente nella Parola di Dio, la Bibbia.

La vita monastica e i sacramenti prescritti dalla chiesa cattolica romana non mi aiutarono in alcun modo a trovare la salvezza e a conoscere Cristo personalmente. Dopo dodici lunghi anni, scappai dal monastero, un peccatore perduto, senza pace nell’anima. In me c’era ancora la vecchia natura del “vecchio” uomo. Aevvo bisogno di una nuova natura, di un nuovo cuore. “se pure gli avete dato ascolto e siete stati ammaestrati in lui secondo la verità che è in Gesú per spogliarvi, per quanto riguarda la condotta di prima, dell’uomo vecchio che si corrompe per mezzo delle concupiscenze della seduzione, per essere rinnovati nello spirito della vostra mente,e per essere rivestiti dell’uomo nuovo, creato secondo Dio nella giustizia e santità della verità.” (Efesini 4:21-24).

Solo quando una persona nasce di nuovo per mezzo dello Spirito di Dio e tramite la sola fede in Gesu’ Cristo cio’ puo’ accadere. Le vane ripetizioni delle preghiere, le penitenze, i sacrifici e le buone opere non possono cambiare il cuore dell’uomo. “Gesú gli rispose e disse: In verità, in verità ti dico che se uno non è nato di nuovo, non può vedere il regno di Dio.” (Giovanni 3:3). “Credi nel Signore Gesú Cristo, e sarai salvato tu e la casa tua.” (Atti 16:31).

Mi resi conto che i sacramenti umani della mia chiesa e le mie buone opere erano inutili per la salvezza della mia anima. Davano soltanto un falso senso di sicurezza. Dopo un breve tempo credetti nel fatto che Cristo mori’ per me e che io non potevo salvare la mia anima e confidai solo in Lui per la mia salvezza. Quando mi ravvedetti dei miei peccati, accettai Cristo nella mia vita credendo che solo Cristo pago’ interamente per la mia condanna sulla croce. I miei peccati non solo erano perdonati, ma anche dimenticati; ero giustificato dinanzi a Dio: “Tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio.” (Romani 3:23). “Il salario del peccato e’ la morte, ma il dono di Dio e’ la vita eterna tramite Gesu’ Cristo, nostro Signore.” (Romani 6:23).

Il sangue di Cristo mi purifico’ da tutti i miei peccati. “Il sangue di Gesu’ Cristo, il Suo Figliuolo, ci purifica da ogni peccato.” (1 Giovanni 1:7). Ora io ho la pace di Dio. “ Dunque essendo giustificati per fede, abbiamo pace con Dio per mezzo del nostro Signore Gesu’ Cristo.” (Romani 5:1).

E cosi’ finalmente trovai piena salvezza e gratuita attraverso Gesu’ Cristo che diede la Sua vita cosicche’ io e te potessimo avere la vera vita.

Amico, se tu, stai tentando di raggiungere il cielo con le tue opere, permettimi di informarti che “non e’ per opere affinche’ nessuno si glori.” Il cielo e’ infinito e non puo’ essere guadagnato, perche’ noi siamo limitati e peccatori. Cristo soltanto e’ la via e la risposta. “Vi è infatti un solo Dio, ed anche un solo mediatore tra Dio e gli uomini: Cristo Gesú uomo, il quale ha dato se stesso come prezzo di riscatto per tutti, secondo la testimonianza resa nei tempi stabiliti.” (1 Timoteo 2:5-6).

Vieni a Lui, adesso confessando i tuoi peccati. ChiediGli perdono e accettaLo come tuo Signore e Salvatore. Confida solo in Lui per la tua eternita’ poiche’ Egli ha pagato il prezzo per la tua salvezza. Cristo t’invita adesso: “Venite a me, voi tutti che siete travagliati e aggravati, ed io vi darò riposo.” (Matteo 11:28). Solo allora potrai realmente gioire in Cristo, amico e Salvatore.

—By Converted Monk and Priest HENRY GREGORY ADAMS

Back to top of page


Related Products